Patologia coronarica: oltre all’età ci sono altri fattori di rischio

Come ci ha spiegato il Dott. Delio Tedeschi, Responsabile dell’U.O. di Emodinamica dell’Istituto Clinico S. Anna, “la patologia coronarica tende a manifestarsi in maniera più importante nel sesso maschile, dai 50 anni in poi, e nel sesso femminile dai 60 in poi: la fascia d’età di riferimento, dunque, è la sesta/settima decade a seconda del sesso. In aggiunta, ci si mette anche la genetica: più uno è predisposto, più tende ad abbassarsi l’età nella quale si presenta questa patologia.

I fattori predisponenti sono quelli che tutti conoscono: il fumo e il diabete sono quelli che pesano di più nello sviluppo di questa malattia. Poi contribuiscono notevolmente anche l’ipertensione, il colesterolo alto, la sedentarietà, il sovrappeso e lo stile di vita in generale. Più una persona presenta tali fattori di rischio, più è elevata la possibilità di sviluppare questa malattia multifattoriale”.

X