Colonscopia: come si esegue questo esame

Un litro d’acqua da bere per la pulizia del colon, prima dell’indagine endoscopica, può bastare. Una novità importante per tutti coloro che intendono avere una visione chiara dell’interno dell’intestino e, soprattutto, che desiderano ottenere una diagnosi precoce del tumore del colon-retto. Ma prima di entrare nel merito di questa novità, abbiamo chiesto al Dott. Mauro Lippa, specialista in chirurgia generale, chirurgia dell’apparato digerente e in endoscopia digestiva dell’Istituto Clinico S. Anna (dove questa nuova preparazione è già in vigore), di che esame si tratta e per quali patologie è indicata.

“La colonscopia, ci ha spiegato, è un esame che serve a visualizzare l’intestino (colon e retto). L’indagine si effettua introducendo uno strumento flessibile di piccolo diametro (colonscopio) attraverso l’ano e risalendo il colon, insufflando un po’ d’aria per distenderne le pareti. Durante l’indagine potranno rendersi necessarie alcune manovre operative per asportare in modo assolutamente indolore, piccoli campioni di tessuto (biopsie) o piccoli polipi (polipectomie) su cui eseguire un esame istologico”.

Un esame che, fino a qualche tempo fa, richiedeva un’attenta preparazione per la necessaria pulizia intestinale ma che oggi, a dispetto dei quattro litri di soluzione come lassativo solitamente consigliati prima di sottoporsi a questo screening, sarà più facile eseguire. 

Come ci ha spiegato il dott. Lippa, un litro di lassativo sarà sufficiente per ripulire l’intestino prima dell’esame.

“Si tratta di una nuova preparazione, un litro di soluzione lassativa per colonscopia, che offre garanzie di ottima riuscita dell’esecuzione. Una soluzione che semplifica e di molto la preparazione a questo esame che, per certi versi, risultava molto impegnativa”.

I suoi suggerimenti per l’assunzione di questa nuova preparazione a basso volume PEG?

“È consigliabile raffreddare in frigorifero la soluzione per rendere più accettabile la sua assunzione; può essere utile aggiungere thè o altre bevande per cambiarne il gusto; per contrastare l’eventuale insorgenza di nausea o di vomito durante l’assunzione della soluzione si possono associare farmaci anti-vomito disponibili in supposte o per iniezione intramuscolo; è raccomandabile terminare la preparazione alla colonscopia almeno un paio d'ore prima dall’inizio dell’esame”. 

X